• Una casa per l’Auser di Novi di Modena

    Finalmente da gennaio 2014 l’Auser ed i suoi volontari hanno una casa con un ufficio luminoso, riscaldato, arredato, antisismico, grazie ad una convenzione con la CoopEstense, il Comune di Modena e l’Asl di Modena. Per giungere fin qui i volontari dell’Auser hanno fatto, a piccoli passi, un viaggio lungo 19 mesi affrontando difficoltà che apparivano insormontabili, senza lasciarsi condizionare dall’ansia e dallo sgomento che vivevano da terremotati e in un paese devastato da una calamità che in pochi attimi aveva distrutto sogni, certezze e serenità.

  • Continuano le "Conferenze della medicina" dell'Auser di Lagosanto (Fe)

    A Lagosanto, un paesino del ferrarese, l’Auser ha organizzato una serie di incontri e seminari che hanno toccato diversi aspetti della vita quotidiana ma, soprattutto quello della medicina. Hanno preso il via il 13 marzo la serie di incontri denominata le “Conferenze della medicina”, quattro appuntamenti offerti dall’università del tempo libero di Auser, rivolte a tutti non solo ai soci.

    Il primo incontro “orecchio, udito e sordità” si è svolto in due lezioni , 13 e 20 marzo alle ore 16, mentre il terzo e quarto invece tratteranno il diabete e il colesterolo si svolgeranno rispettivamente il 7 e il 14 aprile.
     
    Fonte: La Nuova Ferrara
  • A teatro con "I diversamente giovani": in scena giovedì 10 e 17 aprile

    Il gruppo teatrale Auser di Casalecchio di Reno "I diversamente giovani" vanno in scena con due spettacoli ad Anzola dell'Emilia e Bologna.

    Il primo appuntamento vedrà, giovedì 10 aprile, ore 14.30 alla "Casa del Popolo" (via Goldoni, 4 - Anzola dell'Emilia) in occasione della "Festa del pensionato", la rappresentazione "Otello", commedia brillante di Veneri Cesarina.

    Giovedì 17 aprile, sempre alle 14.30, la compagnia si sposterà al Centro Sociale "R. Marchi" (via Nenni, 11 - Bologna) con lo spettacolo "L'imprenditore Tar-tassato", commedia brillante in due atti.

  • In gita con Auser Faenza!

    Auser Faenza propone, a partire da giugno, diversi itinerari e iniziative per i suoi soci. In particolare:

    - nel weekend dal 6 all'8 giugno, viene proposta una gita nella Val d'Orcia con visite a: Pienza, Orvieto, Bagno Vignoni, Civita di Bagnoregio, Cascata delle Marmore..

    - dal 7 al 12 ottobre si andrà In Sicilia (in aereo e pullman) per un tour che prevede: Taormina, Catania, Siracusa, Noto, Piazza Armerina, Agrigento con la sua valle dei Templi, Erice, Palermo, Monreale e Cefalù.

    - dal 17 giugno e fino al 17 Settembre prossimi si torna al mare con l'Auser ogni martedì e venerdì.
  • Gemellaggio tra le Auser di Imola e Agliana


    Tutti i volontari Auser sono invitati, domenica 11 maggio alle 10 presso la sede della Bocciofila di Casalfiumanese (via Matteotti, 23), per la cerimonia di gemellaggio con l’associazione Auser di Agliana (Pistoia).

    Scopo del gemellaggio è promuovere scambi tra Auser Imola e Auser di Agliana al fine di stimolare rapporti di solidarietà e amicizia tra le associazioni e soprattutto definire veri e propri programmi di attività per la reciproca crescita sociale e culturale.
  • Imola, inaugurato l'emporio "No sprechi"

    Sette associazioni imolesi (Anteas, Auser, Caritas, Croce Rossa, San Vincenzo De Paoli, Santa Caterina, Trama di terre) hanno dato vita all’associazione di secondo livello "No sprechi onlus" per far fronte al problema alimentare in modo coordinato tra le realtà sociali che hanno aderito all'associazione.
  • "Associati con chiarezza": anche Auser per il video-contest contro il gioco d'azzardo

    Con l’azzardo non si vince… Scommetti sulla tua creatività!” è il titolo del bando di concorso di “Associati con chiarezza” che invita le scuole e i giovani emiliano romagnoli – di età compresa tra i 14 e 35 anni – a raccontare per immagini, con la realizzazione di uno video (spot, videoclip, intervista), le conseguenze dell’azzardo compulsivo.

    In Emilia-Romagna, in base alle stime CNR su dati Ipsad, i giocatori ad alto rischio di dipendenza sarebbero circa 10mila, senza distinzioni di sesso, età o ceto sociale. A livello nazionale i giocatori a rischio minimo sarebbero quasi 2 milioni, mentre 247mila sono quelli patologici e 600.000 quelli ad alto rischio.

Pages